21ago
2014
0
slow2008

Guida Osterie d’Italia 2008

La Bibbia della ristorazione d’eccellenza… ci siamo anche noi!!

Siamo a pochi chilometri da Bassano, in una delle località che formano il comune sparso di Romano d’Ezzelino. In un quartiere di recente costruzione, poco distante dalla chiesa, Claudio Oriella ha aperto questo locale il cui aspetto trova perfetta corrispondenza nelI’insegna: sembra un negozio di robe-vecie e in un certo senso lo è, dato che il patron – ristoratore da quasi trent’anni – colleziona e scambia ogni genere di oggetti antichi e di modernariato. L’osteria-emporio è strapiena di attrezzi contadini, pentole in rame e curiosità da mercato delle pulci. E’ anche il regno degli spuncioti che, con l‘aiuto di Paolo, Claudio  sapientemente prepara e propone sia per uno spuntino veloce sia come invito a una degustazione più impegnativa. A ‘Nervetti, soppressa, morlacco, baccalà mantecato alla veneziana, porchetta cotta nel forno a legna, fagioli, asparagi, verdure ai ferri fanno da apripista a un menù legato alla tradizione. Tra i primi, bigoli con la salamella e bigoli di Bassano all’anatra, pennette o gnocchi con ricotta affumicata del Grappa, tagliatelle alla contadina con carne e funghi. Come secondo, pollo in casseruola (ricetta della nonna Gina), costicine di maiale con crauti e polenta, fegato alla veneziana, baccalà alla vicentina. Discreta la proposta di vini locali e nazionali. Ogni giovedì Claudio (che gestisce anche un bed and breakfast) con tre camere) organizza una serata a tema passando in rassegna piatti e prodotti della tradizione.

Osteria accessibile ai disabili.